Cos’è Matera 2029

Matera2029 - il progetto

Matera 2029 è una piattaforma reale e virtuale che nasce con lo scopo di elaborare un programma politico concreto e sostenibile, e quindi possibile, in vista delle elezioni comunali materane di Settembre 2020.

Il suo nome nasce da un’evidente prospettiva di visione decennale, che prevede una programmazione che non parta dal 2020 ma dal 2019: un anno cruciale per lo sviluppo della città e dal quale occorre ripartire per pianificare il suo futuro, facendo tesoro tanto dei pregi quanto dei difetti di questa esperienza.

L’anno di Matera capitale europea della cultura, infatti, è stato indubbiamente l’ennesimo trampolino di lancio per la città – assurta sicuramente a modello di riferimento del Mezzogiorno e nazionale e cresciuta esponenzialmente in termini di visibilità mondiale – però,  con una visione critica, va detto la classe dirigente della città non ha sfruttato al meglio questa occasione.

È mancata infatti una strategia di visione, che avrebbe dovuto essere avviata fin dal 2014 (l’anno della proclamazione di Matera capitale europea della cultura) e che avrebbe dovuto tenere anche in considerazione la direzione che la città deve intraprendere dal 2020 in poi.

Ciò non è accaduto ma per fortuna non tutto è andato perso: c’è ancora tempo per lavorare ad un progetto di crescita collettiva che possa permettere a Matera di capitalizzare al meglio questo vantaggio non solo in termini di immagine ma anche di competitività, purché la programmazione non si fermi ai piani alti dei palazzi della politica e del potere.

Le parole chiave

Sostenibilità e Resilienza

Come attitudine con la quale progettare le azioni e le proposte che dovranno sempre essere protese alla Sostenibilità Ambientale ed ispirate al carattere della Resilienza, ovvero di resistere al tempo ed interpretare quell’attitudine che caratterizza il profilo genetico della nostra città ed anche della comunità che l’ha costruita, frequentata ed abitata nei millenni adattandosi alle esigenze ed alle condizioni mutate nel tempo.

Cultura, Innovazione e Futuro

Sono le tre direttrici su cui impostare le politiche di sviluppo e di crescita della qualità della vita in questa nostra straordinaria città millenaria, Patrimonio Mondiale Unesco dal 1993 e capace di diventare Capitale europea della Cultura nel 2019.

Matera dovrà sempre più imparare a parlare alle future generazioni coniugando innovazione e tecnologie che la rendano sempre più SMART, senza smarrire mai la propria identità, snaturare la propria storia: un modello da raccontare, sempre più e meglio, ai visitatori che vivono e/o che vorranno abitare anche solo temporaneamente la nostra città.

Comunità, Partecipazione, Condivisione

Come modello di gestione della cosa pubblica da reinventare e implementare per sanare la frattura esistente tra periferie e centro,
tra classi sociali e politica, tra istituzioni e cittadini.

Le città sono hub di innovazione e sperimentazione di nuovi modelli collaborativi per lo sviluppo sostenibile e la progettazione di spazi urbani sempre più a misura di cittadino. Si devono moltiplicare nella nostra città forme di collaborazione e gestione condivisa dei beni e degli spazi comuni urbani in cui i cittadini mettono a disposizione dell’amministrazione le proprie capacità e competenze per la risoluzione di problemi di interesse generale. Da iniziative di cura di parchi pubblici alla riqualificazione di edifici e spazi abbandonati, si tracciano i contorni di un nuovo rapporto tra cittadini e amministrazione sempre più improntato alla collaborazione e alla cooperazione.

Matera dovrà sempre più imparare a parlare alle future generazioni coniugando innovazione e tecnologie che la rendano sempre più SMART, senza smarrire mai la propria identità, snaturare la propria storia: un modello da raccontare, sempre più e meglio, ai visitatori che vivono e/o che vorranno abitare anche solo temporaneamente la nostra città.

Scroll to top